Frasi Hannah Baker: iniziale, prima di morire e altri pensieri

“Ciao, sono Hannah Baker”, la frase iniziale della bellissima serie TV Netflix

Ciao, sono Hannah, Hannah Baker. Esatto. Non smanettate sul… qualsiasi cosa stiate usando per ascoltare. Sono io. In diretta e stereo. Nessuna replica, nessun bis, e questa volta assolutamente nessuna richiesta. Mangia qualcosa e mettiti comodo perché sto per raccontarti la storia della mia vita; anzi più esattamente il motivo per cui è finita. E se tu hai queste cassette è perché sei uno dei motivi.

Le frasi di Hannah Baker nel corso di Tredici, le riflessioni e i pensieri più belli

Ci sono tante cose sbagliate al mondo, tanta sofferenza. Non accettavo l’idea di averlo reso peggiore, non accettavo l’idea che non sarebbe mai stato meglio (Hannah parla dopo la morte di Jeff).

Era un’amicizia alla cioccolata calda, adatta ai mesi freddi ma non adatta a tutte le stagioni (Hannah parla del suo rapporto con Jessica).

TI CONSIGLIAMO ANCHE:  Dark 3: frasi Jonas e Martha, Adam ed Eva da condividere

Forse l’amore è il modo per capire l’infinito. Se l’amore che provi non ha limiti, se dura per sempre, forse può essere simile all’infinito.

Hannah parla con Clay del modo in cui l’amore può spiegare l’infinito

Hannah: “Nessuno può scegliere di chi innamorarsi”.
Clay: “Già… non dirlo a me” (Hannah e Clay si confrontano sul motivo per cui alla gente piacciono i tipi come Justin).

In quel momento tutto era perfetto, e per la prima volta dopo tanto tempo sono riuscita a immaginare un futuro in cui ero felice. Che bella può essere la vita, e so che lo pensavi anche tu (Hannah commenta il primo rapporto con Clay).

Ma nonostante tutto ci si sforza di credere che al mondo ci siano bravi ragazzi. Io sapevo che c’erano… ci credevo (Riflessioni di Hannah dopo la tentata violenza di Marcus).

Non sono arrabbiata perché mi hai tradita: sono arrabbiata perché che mi sono subito fidata di te (Hannah parla a Justin delle foto diffuse dopo il loro primo bacio).

Per come la vedo io ci sono due diversi tipi di morte. Se sei fortunato vivi una lunga vita, finché il corpo smette di funzionare ed è finita. Ma se non sei fortunato muori un po’ alla volta, giorno per giorno, finché non ti accorgi che è troppo tardi (Hannah commenta la violenza subita).

TI CONSIGLIAMO ANCHE:  Frasi Sex Education: Otis, Maeve e altre scene belle

Quella sera per la prima volta dopo tanto tempo non mi sentivo invisibile (Hannah racconta della festa di Jessica).

Una nuova dimensione di solitudine. Ma nonostante tutto vuoi ancora credere che esistano dei bravi ragazzi (Hannah riflette sulla solitudine).

13 Reasons Why, Hannah Baker prima della morte: frasi ultima puntata prima stagione

Ho registrato dodici lati. Ho cominciato con Justin, poi Jessica perché tutti e due mi hanno tradito, hanno distrutto la mia reputazione. Poi Zach e Ryan che hanno fatto a pezzi il mio ego, e per ultimo Bryce Walker che ha distrutto la mia anima. Ma poi è successa una cosa strana: quando ho finito il lato 12 ho sentito come un cambiamento, avevo buttato fuori tutto e per un attimo, solo per un attimo, mi è sembrato di potercela fare. Avevo deciso di dare un’occasione alla vita ma stavolta avrei chiesto aiuto perché da soli non ce la si può fare: adesso lo so.

Pensavo che non sarei più riuscita a farmi vedere in giro. Tutto è stato buio per giorni ma poi un piccolo lampo di luce, un lampo di luce e tu pensi… Forse…

Penso di essere stata abbastanza chiara ma non verrà nessuno a fermarmi. Qualcuno che ci tenga. A nessuno di voi importa d i me. E a me neanche. Mi dispiace. Perciò è la fine del lato 13. Non ho più niente da dire.

TI CONSIGLIAMO ANCHE:  Frasi Sweet Tooth Netflix: amicizia e famiglia, virus e tempo

Tredici, il discorso di Clay al funerale di Hannah: un’intensa dichiarazione d’amore

Hannah Baker è entrata nella mia vita alla fine di un’estate come una stella caduta dal cielo. Era completamente diversa da chiunque conoscessi: era divertente, intelligente, e lunatica e… esasperante! E bellissima… E io l’amavo, la amavo tantissimo. E le chiedo tutti i giorni perché ha fatto quello che fatto, ma non ottengo risposte… Se l’è portate via quando se n’è andata, lasciandomi… lasciando tutti noi furiosi, vuoti, confusi. So che il dolore non se ne andrà mai ma forse un giorno non morderà ogni istante, la rabbia brucerà un po’ meno e tutto si attenuerà e mi rimarrà soltanto l’amore. Una cara amica mi ha detto: ‘Riesco a lasciarti andare e amarti lo stesso’, perciò, Hannah, io ti amo e ti lascio andare. Mi mancherai e spero che ovunque andrai troverai pace, troverai serenità… Come qui non ti è mai successo. Ovunque tu andrai spero saprai che ti amo.